fbpx

Tag: recruiting

SOCIAL NETWOK E RECRUITING

RUBRICA #vitadarecruiter

SOCIAL NETWOK E RECRUITING: UNA CONNESSIONE IMPERCETTIBILE

I social network sono entrati ufficialmente a far parte
della nostra quotidianità, ricoprendo un ruolo considerevole anche per quanto
riguarda la ricerca del lavoro!

Queste piattaforme infatti, non servono solo a metterci in
contatto con amici e parenti lontani, ma permettono anche di farci
intraprendere una nuova vita professionale.

Il social più famoso è sicuramente Linkedin ma, sempre più
spesso, anche Facebook è utilizzato in questo senso.

Quindi che fare? Tenete conto che, un recruiter su tre,
valuta i candidati inseriti nel processo di selezione anche consultando i
profili social per avere la possibilità di conoscere le risorse al di fuori del
mondo del lavoro e al di là del classico curriculum vitae.

Scegliete una bella foto, indicate le vostre qualità e competenze in una breve descrizione di voi che possa però catturare l’attenzione di chi la legge. Attenzione però ad inserire informazioni troppo personali o superflue, in quel caso potete decidere di utilizzare delle restrizioni relative alla vostra privacy.

Di Federica Lazzaro

home pr distribuzioni https://prdistribuzioni.it/

Facebooklinkedininstagrammail

PRONTI PER IL COLLOQUIO!

PRONTI PER IL COLLOQUIO!

Dopo aver passato il primo scoglio dell’intervista telefonica, ora sei seduto su quella seggiola e stai aspettando di essere chiamato per il colloquio. E’ il tuo turno!

Da questo colloquio potrebbe dipendere il tuo inserimento in azienda; è quindi fondamentale fare una bella figura e colpire il recruiter.

Prima del colloquio preparati sull’azienda presso cui andrai a fare il colloquio poiché le aziende non sono tutte uguali e nemmeno i colloqui. Fai una piccola ricerca sulla storia dell’azienda, sulla sua attività utilizzando il sito aziendale, i canali social e rileggi bene, più e più volte l’annuncio di lavoro.

Comunque rilassati, spegni il telefono perchè il colloquio sta per iniziare…

La prima impressione si forma in pochi secondi ed è difficilmente modificabile, per questo motivo attenzione ai primi 15 secondi! Stretta di mano, sguardo ed abbigliamento sono aspetti che non vanno assolutamente trascurati; essere belli, non da un lato meramente estetico/fisico ma puliti e curati. Scopo: colpire e fare una bella impressione!

Come sappiamo il linguaggio non verbale (movimenti del corpo, ma anche volume e tono di voce) è  molto più importante delle parole stesse: mantenete quindi un contatto visivo continuo (evitare lo sguardo è segno di timidezza), non incrociate le mani, non state con la testa abbassata. Allo stesso tempo evitate però un atteggiamento troppo spavaldo assumendo una posizione per esempio molto rilassata, quasi sdraiata sulla sedia o con gambe allargate.

Controllate anche il tono di voce che deve essere chiaro, tranquillo e con pause che possono trasmettere sicurezza.

Ricordate: non esiste il candidato perfetto in assoluto! Il recruiter cercherà di capire, attraverso domande di varia natura, se la persona che sta “analizzando” è quella migliore a ricoprire il posto in questione. Per questo motivo ascoltate bene le domande che vi vengono poste, prendetevi del tempo, non dovete avere ansia nel dare la risposta corretta ma rispondete in maniera sensata.

Dimostrate di essere il candidato su cui quell’azienda dovrà puntare..e se così non dovesse essere e la selezione non va a buon fine cercate di chiedere sempre un riscontro per poter utilizzare quello che vi viene detto come spunto per migliorarvi.

Le critiche non sono mai negative, ci servono per superare i nostri limiti.

Di Federica Lazzaro

FACEBOOK

Lavora con noihttps://prdistribuzioni.it/pr-distribuzioni-srl-home-agenzia-di-telecomunicazioni-telefonia-grande-distribuzione-partner-wind-3/pr-distribuzioni-srl-lavora-con-noi-agenzia-telecomunicazioni-telefonia/

Facebooklinkedininstagrammail